CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
sabato 23 luglio 2011

Siamo in attesa dei risultati della quarta sfida, oggi siamo pigre, ma io desidero scrivere sul blog senza “obbligo di ricetta”. Mi trovo in un piccolo paradiso, sono assolutamente certa che esista la comunanza dei luoghi, ma so anche che se si ha l’animo tormentato qualsiasi posto, per quanto stupendo, diventa insopportabile e si desidera solo fuggire. In questo momento della mia esistenza sono molto serena, è stato un cammino lungo, durato anni, trascorsi quasi da eremita tra me e me, ma ora posso dire che sono molto migliorata, il passato doloroso esiste non lo nego, ma ora è in un angolo, dove non mi fa più soffrire. Ora sono di nuovo pronta a vivere, ad emozionarmi e ad accettare quello che il presente e il futuro mi possono offrire. Sono maturata, so cosa desidero e sono conscia di quello che non ho più né la voglia, né la forza di sopportare, sono perfettamente consapevole di quello che merito. Ho atteso per anni i cambiamenti altrui che ero convinta rovinassero il mio vivere, non sono avvenuti, perché solo chi ha una forte motivazione può mutare ed allora mi sono detta che solo io potevo volere il mio bene al punto tale da tirar fuori tutta la mia forza e cambiare me stessa. Non è semplice, è più facile incolpare gli altri, ma testarda come sono ce l’ho messa tutta ed ora dopo tanta salita sono arrivata quasi in cima. Non è stato indolore, lo confesso, molte volte avrei voluto mollare, avrei desiderato un incitamento, un abbraccio, ma pur in mezzo al mio prossimo, ero sola, perché è inutile raccontarsi ipocrisie, solo soffrendo in solitudine, si elabora, si metabolizza, si lotta e lentamente si arriva … qualche amicizia mi è stata vicina, ma non ho voluto pesare su nessuno, perché solo io conoscevo l’entità della mia sofferenza che mi aveva indebolito nel corso del tempo, ma mi spronava ad andare avanti a testa alta verso il nuovo. Il passato era dolore, il futuro poteva essere migliore e così sono giunta ad essere la persona che sono ora soddisfatta, pronta a scommettere sulla sua vita.
Forse qualcuno si chiederà perché vi racconto questo, lo faccio, ovviamente su consiglio di Magali gatta zen, perché può capitare a chiunque di trovarsi spauriti senza punti di riferimento, degni di tale nome, ed allora non vi disperate, guardate dentro di voi e tirate fuori anche solo un granello della forza che vi è rimasta e iniziate il cammino di risalita. Procedendo vi renderete conto che l'energia aumenta di pari passo, non vi nascondo che avrete giorni in cui penserete di non farcela, viveteli, prendete lo scoramento per mano e vedrete che il giorno dopo sarete pronti a ricominciare a camminare.

4 commenti:

Loredana ha detto...

Ciao Helga, credevo di leggere una mia pagina di diario, per quanto simili sono i nostri prensieri e i risultati a cui hanno portato!
Siamo quello che siamo da come abbiamo elaborato le esperienze...un abbraccio e una carezza a Magali.
ciao loredana

cristina b. ha detto...

brava helga, sei una persona molto coraggiosa! solo se si sta bene con se stessi, si può star bene anche con gli altri. e l'errore più grande che si possa fare è credere di poter cambiare gli altri...
avanti così e sempre dar ascolto ai gatti! ;-)
un abbraccio forte

LA PASTICCIONA ha detto...

Mi fa piacere che tu sia riuscita ad arrivare ad una svolta positiva della tua vita , è molto difficile farlo e occorre una grande forza d'animo !
Buon weekend

Stefania ha detto...

Helga le tue sono parole che profonde che condivido appieno, esco anche io da momenti di riflessione/mancanza di certezze e la forza la dobbiamo trovare solo in noi. dobbiamo maturare in noi per poter andare avanti e imparare a non soffrire. Baciotti a te e alla splendida Magali

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo