CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 15 febbraio 2015
Oltre al tormentone del timore di ingrassare, le mie amiche sono a conoscenza di un altro: il famoso riordino!
A differenza di molti, sono una persona che cerca di ascoltare le parole elargite dalle persone care e, in questo frangente, devo ringraziare la mia amica Bruna, che mi ha dato il prezioso consiglio: di procedere “senza pietà”. Questa frase riecheggia nella mia mente ogni qual volta mi metto all’opera: mi affretto lentamente in quest’opera di riordino (vi assicuro che non salto un giorno), ma vado avanti e questo è l’importante.
Proprio in questo periodo mi son trovata sottomano questo libro: “Manuale di pulizie di un monaco buddista” dall’apparenza insignificante, ma l’ho sfogliato e ne ho tratto alcuni spunti che hanno rafforzato il mio pensiero, mi hanno stimolato e, quindi, ho pensato di condividerle con voi.

“Fare pulizie non è semplicemente togliere lo sporco, ma è in stretta relazione con lo spazzar via le nubi che oscurano la nostra anima.
Siate grati alle cose che vi sono state utili e quando non ne avete più realmente bisogno fatele risplendere di una luce nuova donandole a chi ne può fare buon uso. Questo significa averne cura.
Zengosaidan è un’espressione idiomatica zen che significa “non pentirti di ciò che hai fatto in passato, non preoccuparti per il futuro e dedicati con tutte le tue forze a non avere mai rimpianti”, questo concetto nel contesto delle pulizie dell’anima si traduce nella regola del non rimandare a domani quello che puoi fare oggi.”

E’ difficile dar via tante cose, ma veramente gli spazi per quanto grandi, non possono contenere l’inverosimile, io ho tantissimi vestiti, a volte mai indossati, borse quasi nuove, libri di arredamento, bricolage mai utilizzati, servizi di bicchieri, vassoi che non uso più e ho imparato a donarle, le persone che desiderano riceverle a me fanno una grande cortesia e loro sono entusiasti di cose praticamente nuove.
Io mi sento serena, ho ancora tanto lavoro da fare, ma mi guardo indietro e vedo quello che ho già fatto e non posso che concludere con: “Grazie Bruna!”. Dimenticavo ho ancora foto scattate a Parigi da pubblicare prossimamente!

Ed ora una ricetta per me vegetariana, ma saporita per tutti.

Polenta's sandwich
Ingredienti per 4 sandwich:
200 g di farina per polenta
1 peperone giallo
1 zucchina
1 carota
1 scalogno
2 cucchiai di aceto balsamico (facoltativo)
olio di oliva
formaggio di capra
parmigiano grattugiato fresco

Preparazione:
preparate la polenta (potete usare benissimo quella precotta o va benissimo se l’avete avanzata) e mettetela in una pirofila a raffreddare.
In una padella con un pochino di olio fate soffriggere lo scalogno affettato sottilmente, aggiungete le carote tagliate a julienne, e fate cuocere qualche minuti, poi il peperone a striscioline e dopo qualche minuto aggiungete la zucchina anch’essa taglia a julienne e l'aceto balsamico, salate e fate cuocere per una decina di minuti.
Tagliate dei cerchi di polenta con un coppapasta di circa 8 cm di diametro.
Mettete in una teglia un cerchio di polenta, poi la verdura, e una fetta di formaggio di capra, un altro cerchio di polenta, un’altra fetta di formaggio di capra e spolverizzate con il parmigiano grattugiato.
Infornate affinchè il formaggio si sciolga.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”

3 commenti:

Emanuela - Pane, burro e alici ha detto...

Ciao Helga! E' proprio così: gli spazi non possono contenere l'inverosimile! Eppure casa mia ci si avvicina! Certe volte avrei voglia di buttare un po' di roba, ma alla fine conservo tutto! E' più forte di me! Per quanto riguarda le pulizie....l'ho sempre vissuto come un momento liberatorio e anche di relax se vogliamo! Pensa che dopo aver sostenuto un esame all'Università tornavo a casa e per rilassarmi iniziavo a pulire! :) La ricettina è di quelle stuzzicanti da rielaborare in 1000 modi, anche se col formaggio di capra e le verdure per me è perfetta! ;) Un abbraccio cara!

elenuccia ha detto...

Io entro in modalità "senza pietà" quando proprio non ce la faccio più. Ammetto di non essere una persona ordinatissima e di certo non pulisco/metto in ordine ogni giorno. Già farlo il fine settimana non mi esalta. Però oltre una certa soglia scatta il così non si può più stare e mi metto di buona lena. Per i vestiti ho trovato un'associazione che dona i vestiti ai poveri e così è molto più bello fare ordine. Tendenzialmente sono una che non ama buttare le cose , mi sembra di fare peccato, ma il donarle a persone che ne hanno bisogno invece mi da grande gioia

Ilaria Agostini ha detto...

QuEsta frase della tua amica "senza pietà" mi piace molto soprattutto nel concetto di spazzare via le nubi che oscurano la nostra anima , anche se a volte non è facile perché le nubi ritornano all'improvviso..... Interessantissimo il tuo sandwich di polenta allegro e buono perché la polenta si abbina con tutto

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo