CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 25 maggio 2014
Non ho trascorso giorni "fisicamente" ottimi, anzi e, proprio stamattina, mentre facevo una cosa stupida come stendere il bucato in questa giornata, finalmente, soleggiata mi sono ritrovata a riflettere sul fatto che spesso l'essere umano deve trascorrere giorni pesanti o momenti bui per apprezzare le cose positive che ha a disposizione ed io ne ho moltissime, solo che a volte la vista mi si offusca un pochino ...
Mi sto godendo questi giorni semplici, in cui conduco una vita normale, ma, rispetto a quelli che li hanno preceduti, mi sento bene e quindi voglio veramente apprezzarli, perchè troppo spesso si dà il "tutto" troppo per scontato pensando che il dolore, lo star male appartenga solo al nostro prossimo e, a volte, ci si lamenta un po' troppo per stupidaggini.
Visto che Magali ed io partecipiamo  alll'MTC 
con la consapevolezza che mai vinceremo, perché siamo consce dei nostri limiti e dell'abilità di molte di voi, allora possiamo vivere questa “sfida” veramente all’insegna del divertimento e proprio questo è lo spirito che ci ha guidato nel prepare questi "babbini". Non avevamo forme piccoline per i babà e abbiamo utilizzato quello di cui disponevamo.
Abbiamo pensato all’estate, ma al contempo non potevamo privarci di co’ tanta dolcezza quindi ci siamo inventate il babà PC.
La sigla PC non sta per Personal Computer, ma sostituisce un evento temuto da molti, ovviamente la fatidica  Prova Costume! Quindi per non rinunciare a questa delizia, eccoli qui mini mini, ma tanto buoni!
Abbiamo seguito, anche questa volta, le istruzioni di Antonietta, che ormai fanno parte del nostro archivio e che troviamo sia veramente eccezionale, grazie ancora!
Ho utilizzato al posto del rum, l'Irish Mist, un liquore a base di wishy, miele irlandese, caramello, aromi, me l'ha fatto conoscere un caro amico che vive a Londra, ma di origine irlandese, Tony, ricordo ancora la prima volta che andai a trovarlo, non conoscevo le sue origini, pensavo fosse il tipico inglese e invece mi attendeva un appartamento disordinatissimo, lui non possedeva nè un orologio, nè un ombrello ... ma quante risate insieme! Non perdiamoci in ciance continuiamo con la ricetta, per darle un tocco di leggerezza abbiamo utilizzato una crema alla ricotta e una composta di prugne fatta da noi a settembre (scusate uso il plurale se no Magali si offende). In commercio acquisto sempre la composta, ma non avevo mai provato a farla in casa, perchè avevo paura non si conservasse, contenendo veramente poco zucchero. Poi, spronata da Magali, insieme abbiamo tentato quest'impresa e abbiamo preparato la nostra prima prova, abbiamo utilizzato per ogni chilo di prugne santa clara, tagliate a pezzi, 3 cucchiai di zucchero, fatto cuocere per circa 2/3 ore, poi l'abbiamo messa nei barattoli, fatto raffreddare il tutto e CONGELATO. E' stato un esperimento molto ben riuscito, una volta scongelata, gustata a temperatura ambiene e conservata poi in frigorifero, veramente ottima. 


Babà PC
Ingredienti:
Versione con lievito di birra
Ingredienti
300 g di farina bio tipo 0 Manitoba
3 uova cat a grandi
100 g di burro
100 g di latte
25 g di zucchero
10 g di lievito di birra
½ cucchiaino di sale fino

Preparazione:
Lievitino
Sciogliere il lievito di birra con 50 g di latte tiepido e 1 cucchiaino di zucchero e impastarli con 70 g di farina, tutti presi dal totale degli ingredienti. Lasciar lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito.
Primo impasto
Versare in una ciotola il resto della farina (230 g), fare la fontana, versarci il lievitino e le tre uova. Impastare schiacciando ripetutamente nella mano l’impasto per amalgamare le uova e aggiungere un cucchiaio alla volta di latte per ammorbidirlo un po’, man mano che se ne senta la necessità, facendo attenzione a non renderlo molle; poi impastare energicamente, sbattendolo verso la ciotola per una decina di minuti. Coprire e lasciar lievitare per 80/90 minuti e comunque fino al raddoppio.
Secondo impasto
In una ciotolina lavorare il burro a pomata, impastandolo con il restante zucchero (20 g) e il sale. Aggiungerlo al primo impasto una cucchiaiata alla volta facendo assorbire bene prima di aggiungere la successiva. Lavorare per 5 minuti nella ciotola, poi ribaltare l’impasto su un piano da lavoro e iniziare a lavorare energicamente piegandolo e sbattendolo più volte per 15/20 minuti. Qui bisogna avere tenacia e resistenza perché questa è quella fase in cui è possibile ottenere un babà spugnoso e morbido, capace di assorbire e trattenere la bagna.
Quando inizierà a staccarsi dalle mani e piegandolo manterrà una forma tondeggiante, senza collassare e vedremo l’accennarsi di bolle d’aria il nostro impasto è pronto.
Per poterlo sistemare agevolmente negli stampi preventivamente imburrati, staccare dalla massa dei pezzi di pasta schiacciandoli con pollice e indice, come volessimo strozzarli, ottenendo così una ventina di palline.
Una volta completato il giro, con l’indice sigillare gli spazi tra una pallina e l’altra, coprire con un telo umido e lasciar lievitare in forno spento con luce accesa per 2 ore, fino a triplicare di volume.
Accendere il forno a 220°, raggiunta la temperatura infornare, abbassare a 200° e cuocere per 25 minuti.
Dopo circa 10 minuti di cottura coprire con un foglio di alluminio, per evitare che la superficie scurisca.
A cottura ultimata lasciar intiepidire per 15 minuti e capovolgere il babà possibilmente in una ciotola larga e bassa.

Crema alla ricotta
Ingredienti:
250 ml di ricotta
2 tuorli
2 cucchiai colmi di zucchero

Preparazione:
mescolate la ricotta a temperatura ambiente aggiungete lo zucchero e poi uno ad uno i tuorli, amalgamando bene il tutto.
Tenete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Completiamo il babà
250 ml di Irish Mist
composta di prugne fatta in casa (vedi ante-ricetta)
3 cucchiai di gelatina di albicocche

Preparazione:
scolate dal piatto lo sciroppo che sarà colato dal babà. Irrorarlo con l’Irish Mist a proprio piacimento, spennellarlo con la gelatina di albicocche precedentemente sciolta a fuoco lentissimo, decorate con la crema alla ricotta e completate con la composta di prugne.
E come dice Magali "leccatevi i baffi!"

10 commenti:

Forno Star ha detto...

Be' anche gli inglesi non sono mica ordinati… Io ne ho conosciuti diversi e quando guardo casa mia e penso a loro, penso di essere quasi maniacale in confronto a loro! ;)
Invece questo liquore non lo conosco, ma la ricotta e la composta penso siano una meraviglia, quindi sono sicura che anche la bagna non sarà da meno!

elena ha detto...

mi manca il liquore..dici che vale la pena farci un salto per l'acquisto..dimmi di sììììì!
A me questa versione piace proprio e poi è PC quindi ideale per il periodo... un grattolino a Magali!

Andrea ha detto...

Ero curioso di vedere come era questo babà al computer (PC) e invece... ah ah! Però hai ragione, la bella stagione avanza e bisogna prepararsi per tempo. Comunque i tuoi babbini sono molto invitanti! A presto

Francy BurroeZucchero ha detto...

Tu e Magalì siete proprio uniche e insostituibili: come la Panda, se non ci foste, bisognerebbe inventarvi!! ;-) parto dall'introduzione del post: concordo in pieno mi ritovo perfettamente nelle tue parole, spesso tendiamo a lamentarci o dolerci per delle stupidaggini quando i veri dolori sono ben altri.. ma sai come diceva qualcuno "non ridete delle lacrime di un bambino, tutti i dolori sono ugali" ..
proseguo sulla vostra versione del babà e ribadisco la genialata. Chi altro avrebbe potuto associare questo dolce opulento alla prova costume? voi siete riuscite nell'impresa di alleggerire il babà e i suoi complementi senza rinunciare al gusto e alla dolcezza che lo contraddistinguono.. eeeehhh alloraaa ditelooooooo! grandissime!

elenuccia ha detto...

L'idea del babà prova costume mi ha fatto proprio ridere. Così in versione mini sono davvero carini anche da vedere, molto raffinata anche l decorazione. Sai che non avevo mai pensato di surgelare la composta? è un'idea geniale, così si può usare molto meno zucchero. Il vasetto non si rompe nel freezer? io ho sempre un po' di timore a usare il vetro in freezer

manu ela ha detto...

Io alla prova costume non oso nemmeno pensare!!! Bellissimi questi mini baba. Hanno solo un difetto: sono così invitanti che temo che vadano giù come le ciliegie...uno via l'altro! !! Allora prova costume addio...ma tanto qui da me fa ancora freddo ;-)
Un baciotto a Magali ron ron!

Alessandra Gennaro ha detto...

Quest'anno, alla prova costume, copio dalla mia vicina di ombrellone! e comunque: il babà pc avrebbe senso se ci si potesse limitare ad uno solo: ma fra Irish Misty, ricotta e composta di prugne, me lo spiegheresti come si fa?
BravissimE!!!
ps surgelare la composta è una genialata...

sississima ha detto...

purtroppo è la vita stessa a non essere scontata, e già vivere bene il quotidiano a volte è un vero trionfo...io adoro le forme mini, questi 6 babà li avrei mangiati tutti io!! Un abbraccio SILVIA

Ilaria Agostini ha detto...

Ma tu sei un mito sempre di più la prova costume pc e' troppo forte .....qui in Spagna dicono operación bikini ........ E ti ho già detto tutto! Mi piacciono i tuoi babà con la confettura di prugne e ricotta
Un bacione

Antonietta ha detto...

Io non supererei mai la prova costume con questi deliziosi babà, perchè ne mangerei uno dietro l'altro e non so quando mi fermerei.
Deliziosa la crema di ricotta e golosa quella composta che messe insieme rgalano un vero tripudio di sapori!!!

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo