CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 13 dicembre 2015
Durante il mio ultimo viaggio a Parigi sono andata a vedere questa mostra di Philippe Halsman intitolata 
ÉTONNEZ-MOI!

Questo fotografo americano debutta a Parigi intono agli anni 30 e, successivamente tra il 1940-1970, raggiunge, con il suo studio newyorkese, l’apice del successo.
Philippe Halsman
Rimangono nella memoria i suoi stupendi ritratti.
 
Egli, nel corso della sua carriera, inventa la “jumpology”, immortalando personaggi noti nell’atto di saltare, perché è convinto che “quando si salta, la maschera cade e si svela la vera personalità”. Impiegò ben 5 anni a convincere Marilyn Monroe e dovette saltare ben 200 volte prima di ottenere uno scatto accettabile!

 
Vi assicuro che, sembra facile saltare in alto, ma non lo è! All’esterno dell’esposizione c’era uno spazio per provare ed io, potevo esimermi? Assolutamente no!
 
Questa è una ricetta di Benedetta Parodi e la “morte sua” è servirla accompagnata da mascarpone. Buona, buona, e poi tanto per smaltire basta fare quattro salti!!! Comunque non dovete saltare per nulla se usate il cioccolato 70% di cacao.

Torta Barozzi
Ingredienti:
250 g di cioccolato fondente (io ho usato quello 70% di cacao)
80 g di burro
100 g di mandorle
1 fondo di caffè (il caffè che resta nel filtro della moka dopo aver fatto il caffè)
4 uova
150 g di zucchero
1 bicchierino di rum
un pizzico di sale

se desiderate mascarpone per "accompagnare"

Preparazione:
sciogliere il cioccolato in un pentolino con il burro, poi aggiungete il fondo di caffè e mescolate bene sul fuoco. Togliete dal fuoco.
Sbattete i tuorli con lo zucchero, poi unite il rum.
Tritate le mandorle al mixer e aggiungetele al composto di uova.
Incorporate il cioccolato leggermente raffreddato al composto di tuorli e mandorle e amalgamate.
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale e incorporateli al resto dell’impasto mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
Versate l’impasto in una teglia foderata con carta forno imburrata.
Mettete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti circa.
E come dice Magali “leccatevi i baffi!”


4 commenti:

Loredana ha detto...

Helga , sei uno spasso!
Solo tu potevi immortalare in versione jumping!
Ma il fondo di caffè è quel che restano nel filtro o del caffè avanzato?
Baci

marina ha detto...

Alcuni salti illustri li conoscevo ma direi che il tuo poteva stare all'interno della mostra è non fuori! La torta che hai fatto è una vera tentazione!

elenuccia ha detto...

Tu sei troppo forte Helga, le tue foto mi hanno fatto morire :-) a giudicare dalle immagini che ci hai regalato la mostra doveva essere superlativa. Mi piace il sorriso della Hepburn.
La torta Barozzi è un classico Modenese, la cui ricetta originale è segretissima. Non so se la Parodi sia riuscita a carpire la ricetta, comunque questa torta ha un aspetto molto goloso. Mi ha incuriosito molto l'uso del fondo di caffè, qua si ricicla di tutto :-)

sississima ha detto...

goduria allo stato puro questa torta Barozzi!! Un abbraccio SILVIA

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo