CONTATORE

Sommario

l'MTC

l'MTC
dal 10 al 25 del mese

The Recipe-tionist

The Recipe-tionist
Dal 15 al 31

I NOSTRI VIDEO ....

PER VEDERE I NOSTRI VIDEO (TROPPO DIVERTENTI!) ANDATE IN ALTO ALLA DESTRA DELLA SCRITTA HOME PAGE

Lettori fissi

Magali

Magali
domenica 3 aprile 2016
Mi scuso se il precedente post è stato un po’ frettoloso, ma eravamo, come si suol dire, “nelle curve. Vi abbiamo parlato dell'uscita del quarto libro dell'MTC, il cui tema è le Torte salate, edito da Feltrinelli - Gribaudo costo 14,90 €, che potete trovare in tutte le librerie. Pubblicizzo questo evento a puro scopo umanitario, una parte del ricavato del libro andrà a "Piazza dei Mestieri", ma noi non guadagniamo assolutamente nulla da tutto ciò, solo il piacere di far parte di questo gruppo e di imparare sempre cose nuove.
I non addetti ai lavori non sanno bene cosa si “celi” dietro la sigla MTC, che mensilmente appare nel nostro blog. Vi riporto, parola per parola, quanto stampato sul risvolto di copertina dell’ultimo libro uscito, proprio in questi giorni e che sicuramente avrete già comprato!
Che cos’è l’MTCHALLENGE?
Tutto cominciò da un uovo che finì fritto in padella in due modi diversi. Da lì si sviluppò la gara, che sarebbe diventata, pochi anni dopo, il gioco più frequentato della blogosfera: il vincitore della sfida precedente propone una ricetta e gli “avversari” la rielaborano, sfoderando, cratività, ingegno, fantasia. La proclamazione del vincitore, a fine mese, è dunque anche l’inizio di una nuova sfida, con un nuovo piatto su cui cimnentarsi, in uno scambio continuo di saperi tra leggerezza e ironia. All’MTChallenge, infatti, non c’è competizione, non ci sono premi né ansie da prestazione: tutto nasce dalla passione per la cucina, che trova nella condivisione la sua espressione più felice e piena. Foodblogger, chef professionisti, cuochi per passione: questi sono i protagonisti delle sfide: grazie alle loro capacità ed esperienza. MTChallenge può essere definita come la più grande scuola di cucina del web. Oggi è l’unico gioco su internet in grado di vantare una comunità così longeva e consolidata. La community, che al momento conta 180 blogger (con molti altri in lista d’attesa), è legatissima e solidissima: il gioco è circondato da prestigio e stima. Alessandra Gennaro è la “mamma” di MTChallenge, nonché uno dei giudici che ogni mese valuta le golosità della gara. Magali desidera solo far notare una correzione per le prossime, molteplici ristampe!
A tutti gli amici torinesi ricordiamo che domani Lunedì 4 aprile, il libro, ben il quarto, curato dalla mitica Alessandra Gennaro, viene presentato a Torino, alle ore 18.30 Piazza dei Mestieri via Jacopo Durandi 13 (1° piano), intervenite numerosi, entrerete anche voi in questa nuvola magica di condivisione, affetto, bene in cui tutto può accadere. Volete, mica,  perdere un'occasione del genere? Per chi non è di Torino e dintorni non deve assolutamente preoccuparsi, ma solo andare a vedere le prossime tappe nel post precedente!
Questa volta mi riesce difficile scrivere di questo film
I personaggi vivono nello stesso condominio squallido di un’innominata banlieu parigina. Le vite degli abitanti s’intrecciano in un rapporto a due che si può definire di amore, ma nelle sue innumerevoli e variegate sfaccettature.
Sternkowitz (Gustave Kervern), quasi paralizzato dopo 100 km di cyclette che trova conforto in un’infermiera di notte (Valeria Bruni Tedeschi), Hamida dolcissima signora di origini marocchine, il cui figlio è in galera, ed ospita con innata naturalezza Mckenzie astronauta americano atterrato erroneamente sul tetto del condominio, Jeanne Meyer (Isabelle Huppert), attrice degli anni Ottanta che viene salvata, essendosi chiusa fuori di casa, dal suo vicino Charly con una madre assente.
Il regista Benchetrit, è nato anche lui nella banlieue, e, se nel corso del film, appare questo scenario desolante, alla fine lo spettatore esce appagato, perché attraverso storie assolutamente surreali ed improbabili, nasce il sentimento d’amore che salva i personaggi dando loro un dono inestimabile: il senso del proprio vivere.
Il film si può definire impegnato e non propriamente “scattante”, ma tutto ciò rende a far emergere la sua vera “bellezza”, consiglio di andare a vederlo dopo aver bevuto un bel caffè. 
Per questa domenica, al fine di non farmi addormentare e far cadere la testa sulla tastiera, niente ricetta!!!

1 commenti:

elenuccia ha detto...

Chi non conosce l'MTChallenge? la sfida più famosa del mondo delle food blogger. La sfida che in verità non è una sfida, ma una grande condivisione di passioni. Quando cominciai con il blog fui tentata dall'idea di partecipare, ma fui spaventata dall'idea di non riuscire a tenere dietro alla scadenza mensile. Da allora avete fatto davvero grandi cose. Giusto, 180 blogger e una gatta :-) Magali mi fa morire in quella foto

Posta un commento

Dite la vostra!

ELENCO RICETTE

ELENCO RICETTE
clicca sul micio!

Cerca nel blog

Archivio blog

Ci siamo anche noi!

Tutti Uniti!

Tutti Uniti!

Siamo

Siamo